Progetto in vitro

invitro

In vitro è un progetto sperimentale di promozione della lettura ideato e finanziato dal Centro per il libro e attuato insieme ad Enti Locali ed associazioni dei bibliotecari, degli editori e dei librai, con la collaborazione aperta ad esponenti del mondo della cultura, dell’informazione e dello spettacolo interessati a promuovere la lettura dei libri.

Insieme a numerosi comuni della provincia di Lecce, il Comune di Andrano ha partecipato alla fase del progetto "Libri in culla" e il 27 febbraio 2015 tutti i bambini nati nel 2014 hanno ricevuto in dono uno zainetto di libri.

L'Istituto Comprensivo di Diso ha partecipato al concorso "Trecento in bando" elaborando un progetto di promozione della lettura per gli alunni delle scuole primarie di Andrano, Castro e Marittima. Il 19 novembre 2015 si è svolta Lecce la premiazione e la scuola ha ricevuto trecento libri che serviranno a supportare le attività programmate.

trecento1  trecento2  libri

Il progetto scaturisce dalla profonda convinzione che la lettura sia strumento essenziale per lo sviluppo del pensiero e del linguaggio e dal desiderio di alimentare negli alunni il piacere di leggere. I nostri ‘nativi digitali’, crescendo pressoché immersi nei nuovi media, sono costantemente esposti a stimoli dell’intelligenza simultanea, caratterizzata dalla percezione di più fonti di informazione non sottoposte a un ordine logico e gerarchico. E questa intelligenza va progressivamente sostituendosi all’intelligenza sequenziale. Leggere (e ascoltare) testi riconduce i bambini a usare quell’intelligenza lineare e alfabetica che ha un prima e un dopo, e ci permette di mettere in fila parole e concetti e di costruire conoscenze. Per tutto l'anno scolastico saranno attivati laboratori di lettura in ogni classe della scuola primaria, con l'obiettivo di coltivare il piacere della lettura per indurre motivazione intrinseca  e favorire il lavoro cooperativo per un progetto comune.

laboratori e biblioteche

Con un po' di fantasia e grazie alla collaborazione di tutti, abbiamo allestito laboratori e biblioteche. E a scuola gustiamo l'otium della lettura.